Mr. Shifty – Recensione

Rating

2.5 out of 5
Fattore Tecnico
4 out of 5
Divertimento
2.5 out of 5
Longevità

Total

3
3 out of 5

Overview

  • Release Date: April 13, 2017
  • Pros:

    - Teletrasportarsi è divertente
    - Distruzione ben integrata nel gameplay
    - Azione frenetica e spettacolare

  • Cons:

    - Framerate molto instabile
    - Poco longevo
    - Rigiocabilità bassa

Nintendo Switch è da poco stata lanciata sul mercato e la line-up iniziale, tolto Zelda: Breath of the Wild che si è confermato essere un vero e proprio capolavoro, non presentava nulla di veramente imperdibile. Fortunatamente, praticamente già dalla prima settimana in avanti, il supporto alla nuova console da parte degli sviluppatori indie è stato totale e questo ha fatto si che piccole perle come Fast RMX, Shovel Knight e Snake Pass vedessero la luce. Oltre a quelli già citati, però, un altro gioco indie ha saputo attirare l’attenzione degli utenti; si tratta di Mr. Shifty, sviluppato dal Team Shifty e prodotto da TinyBuild Games.

Shifta che ti passa
Mr. Shifty è un titolo d’azione arcade nato sulla scia dell’enorme successo che è stato Hotline Miami e successivo seguito. Al contrario dell’opera di Dennaton Games, però, Mr. Shifty lascia da parte la violenza estrema per inserire invece una meccanica di gameplay innovativa, ovvero gli “shift” o teletrasporti che dir si voglia.

La trama del gioco è molto più che semplice, diciamo pure che si tratta di un chiaro pretesto per fare strage di nemici. Il gioco si apre con Mr. Shifty (il nostro alter ego digitale) intento ad introdursi all’interno di un palazzo super sorvegliato, la cosiddetta “Olympus Tower“. A farci compagnia c’è la voce di Nyx, una collega che per l’intera durata della storia ci fornirà dettagli sullo svolgersi degli eventi, nonché ci suggerirà cosa fare per rimanere in vita.

Mr. Shifty-01

La prima notizia che ci verrà fornita da Nyx, però, sarà anche la più importante. Grazie alla sua spiegazione riusciremo a comprendere che il capo del palazzo è un certo Mr. Stone, losco figuro già noto alle forze dell’ordine a causa dei numerosi reati commessi, ma adesso ancora più pericoloso grazie al Mega Plutonium che è riuscito a rubare ed intende utilizzare come arma. Il nostro obbiettivo? Ovviamente eliminarlo e debellare la minaccia del Mega Plutonium.

Mr. Shifty-02
Azione all’arma bianca
Come già anticipato, il principale potere del nostro personaggio sarà quello di potersi teletrasportare per un certo numero di volte in rapida successione. I teletrasporti o “shift” a sua disposizione, però, saranno limitati, infatti con ogni shift potremo muoverci al massimo di alcuni metri in una determinata direzione e dopo averlo fatto dovremo attendere alcuni istanti perché l’abilità si ricarichi. Avere accesso a questo potere apre le strade a meccaniche di gameplay innovative e rende gli scontri estremamente frenetici, scontri che del resto sono il fulcro di Mr. Shifty.

Durante l’avventura entreremo in contatto con un gran numero di nemici, diversi per caratteristiche ed armamentario. Ci saranno gli sgherri semplici armati di mitra o fucile, i “giganti” tutto muscoli che ci attaccheranno a mani nude o i temibili ninja muniti di spada, letali sulla corta distanza e molto agili nei movimenti. Tanti altri tipi di avversari, poi, ci si pareranno davanti per metterci i bastoni tra le ruote, ma non saranno gli esseri umani il nostro solo problema. La Olympus Tower, infatti, è piena di trappole di ogni sorta, le quali dovranno essere evitate facendo un uso saggio dei poteri a nostra disposizione.

Mr. Shifty-04
Il nostro alter ego, in ogni caso, non potrà utilizzare armi da fuoco, ma dovrà invece fare affidamento soltanto sulle sue abilità come picchiatore, anche se di tanto in tanto ci capiterà di usare armi di fortuna come pali, bastoni o qualunque tipo di detrito rimasto a terra dopo aver rotto qualche oggetto. La distruzione, a proposito, è una delle caratteristiche vincenti del gioco. Nei diversi livelli che compongono la storia sarà possibile radere al suolo sostanzialmente ogni cosa che si vede a schermo, dalle casse ai tavoli, alle pareti e chi più ne ha, più ne metta. Questo apre le strade a soluzioni di gioco interessanti e ci costringe ad essere sempre molto mobili, perché stare nascosti all’interno di una stanza non è una soluzione fruibile se i nemici al di fuori di essa possono facilmente distruggere le pareti che ci dividono da loro.

Mr. Shifty-03
Forse si, forse no…
Mr. Shifty è senza dubbio un gioco estremamente divertente, macchiato però da alcuni problemi di fondo che non gli permettono di raggiungere l’eccellenza. Se da una parte abbiamo un gameplay frenetico e spettacolare che è il fiore all’occhiello della produzione, dall’altra è impossibile soprassedere su problemi tecnici anche pesanti come un framerate tutt’altro che stabile con costante “stutter” ed una longevità piuttosto risicata. In effetti, nella mia partita sono arrivato a vedere i titoli di coda in sole 2:47 ore e devo ammettere che alla fine la mia voglia di giocare era ancora alta, ma purtroppo non rimaneva nulla da fare.

Mr. Shifty-05
Mr. Shifty, nonostante la sua natura arcade, è purtroppo privo di un sistema di punteggi di qualunque tipo, così come non presenta alcuna modalità al di fuori della principale. Questa è una mancanza che si fa sentire, infatti la rigiocabilità è ridotta all’osso e si limita a poter ripetere i capitoli già terminati nella speranza di diminuire il tempo impiegato ed il numero di morti, un po’ poco per invogliare a continuare. Una modalità “Arena”, invece, sarebbe stata perfetta, così come magari diversi livelli di difficoltà ed il già citato sistema di punteggi, il quale avrebbe potuto rendere Mr. Shifty decisamente più longevo. Gli sviluppatori, comunque, hanno già pronta una patch per quanto riguarda i problemi tecnici e la nostra speranza è che il supporto al titolo continui con l’aggiunta di nuove modalità che rendano l’esperienza più interessante.

Mr. Shifty-06
Problemi a parte
Mr. Shifty è un titolo frenetico, divertente e che si regge su una meccanica di gioco innovativa e riuscitissima, macchiato però da diverse magagne che non gli permettono di spiccare come avrebbe potuto. Il gioco viene venduto al prezzo di 14,99€, soldi che non rimpiangerete se deciderete di spendere, ma che speriamo comprendano anche un buon supporto post-lancio, perché sarebbe un peccato vedere il gioco abbandonato al proprio destino fin da subito.

VOTO: 3/5

Commenta con Facebook

commenti

Categories: News, News Nintendo, Recensioni

About Author

Federico Giacobino

Attivo sui siti d'informazione videoludica fin dal 2008, la passione per i Pokémon mi accompagna praticamente da sempre... e probabilmente sarà così ancora per molto!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*