Una lunga intervista a Masuda svela tantissimi dettagli su Pokémon: Let’s Go, Pikachu e Eevee!

Eurogamer ha avuto modo d’intervistare Junichi Masuda, storico membro di Game Freak, director, producer, designer e compositore per moltissimi episodi della saga di Pokémon. Qui di seguito vi riportiamo la traduzione della chiacchierata che è avvenuta, la quale ha fornito moltissimi dettagli inediti per tutti i fans in attesa di giocare i prossimi capitoli in arrivo il 16 Novembre.

Pokémon-Lets-GO-01

I: Puoi elaborare riguardo la connettività tra smartphones e Switch?

Masuda: In termini di come funziona la connessione, abbiamo voluto renderla il più semplice possibile, perciò su Switch c’è un pulsante per connettersi, tu lo premi, e poi premi il pulsante di connessione in Pokémon GO sul tuo smartphone. Quindi è una semplice connessione bluetooth.

Per quanto riguarda le cose che puoi fare grazie alla connettività, attualmente puoi mandare Pokémon da Pokémon GO a Let’s GO, Pikachu e Eevee e questi non finiscono direttamente nella tua collezione o nella tua squadra, ma entrano in un’area che è un po’ come la zona Safari dove li puoi vedere muoversi in giro e tu puoi andare li e interagire con loro e catturarli. Ma ci sono anche alcuni incentivi nello spostare tanti Pokémon uguali da Pokémon GO e ci sono alcuni minigiochi che puoi giocare facendolo.

I: Pokémon: Let’s GO Pikachu e Eevee funzioneranno come la serie principale, con Pokémon esclusivi per ogni gioco? E ci sarà la possibilità di scambiarli tra i due?

Masuda: In modo simile a quanto accaduto con la serie principale Pokémon fino a oggi, abbiamo creato due versioni, Pikachu e Eevee, entrambe con Pokémon diversi, per facilitare gli scambi e far si che le persone vogliano scambiare tra di loro. Quindi, c’è lo scambio in wireless per poter completare il Pokédex.

Pokémon-Lets-GO-02

Come si pongono questi giochi all’interno della serie, dato che sembrano una grossa rottura con il passato? Ci sono riferimenti in Let’s GO agli altri giochi usciti? Torneranno vecchi personaggi?

Masuda: Sfortunatamente, tutto quello che posso dire è che sono basati su Pokémon Giallo e per avere maggiori dettagli… spero le persone continueranno a seguirci!

Possiamo sapere di più riguardo ciò che hai detto sul successo di Pokémon GO e ci sono altre cose che avete preso da GO e incluso in questi giochi?

Masuda: Riguardo il successo di Pokémon GO, ovviamente mi rende molto felice vedere che è un successo così grosso e un fenomeno e pensiamo che esso abbia davvero introdotto molte persone al brand Pokémon, l’idea di catturarli, l’uso delle Pokéball. E per questo noi vogliamo espandere questo tipo d’idea su cosa un RPG Pokémon potrebbe essere, qualcosa di più ampio, per tutti, ed è per questo che abbiamo lavorato a questi giochi. Questa è la mia valutazione su Pokémon GO.

Con questo in mente, ovviamente ci sono tantissime persone che hanno giocato a Pokémon GO – penso che abbiamo raggiunto 800 milioni di download – perciò vogliamo creare un’esperienza divertente per loro, ma allo stesso tempo fare un gioco divertente anche per i fans che hanno amato gli RPG tradizionali fino a oggi, quindi sta tutto nel mischiare queste due utenze in un solo gioco che tutti possano giocare e apprezzare.

Sto provando a pensare a altre cose che abbiamo preso da GO, ma non mi viene in mente nulla, ma una cosa sulla quale ci siamo molto concentrati è l’esperienza che permette, ad esempio, ai genitori di uscire e catturare Pokémon in Pokémon GO e poi magari passarne alcuni ai propri figli, i quali giocheranno a Let’s GO Pikachu e Eevee. Quindi questo è un tipo di esperienza che abbiamo tenuto molto da conto per questi giochi.

E ci sono molte altre cose, credo a livello più inconscio, che sono subentrate nello sviluppo di Pokémon: Let’s GO, Pikachu e Eevee! Ovviamente io ho lavorato a Pokémon GO, per esempio creando la musica per entrambi (Go e Let’s GO), quindi ci sono probabilmente cose che non mi vengono in mente, ma che hanno avuto effetto sullo sviluppo dei titoli Switch.

Pokémon-Lets-GO-06

Come pensi che i giocatori degli RPG principali reagiranno a Let’s GO? So che Pokémon GO è stato immensamente popolare, ma ha avuto reazioni molto altalenanti tra i giocatori “hardcore”, come placherete quei giocatori, o dovranno attendere il 2019 per i giochi che stanno aspettando?

Masuda: La prima cosa che posso dire è che io sono stato il director dei giochi principali di Pokémon – la maggior parte di essi – fino ad oggi e ci sono molte regole che non sono mai state rotte prima, per esempio l’idea che occorre togliere dell’energia ai Pokémon selvatici per catturarli. Questa è una delle meccaniche che non avevamo mai voluto cambiare ma, in particolare con questi titoli, ho voluto creare una nuova esperienza per i bambini e questa volta ho virato verso un’esperienza più “casual”, più leggera. Questa è una delle cose che ho voluto fare.

Un’altra cosa, per esempio, fino a oggi nell’erba alta non potevi vedere quali Pokémon si nascondevano e molti giocatori tendevano a evitarla nelle loro avventure, ma uno dei grossi cambiamenti riguarda il fatto che ora puoi vedere i Pokémon prima d’incontrarli. Questo rende la dinamica di ricercare i Pokémon molto più attiva.

Quindi per me, avendo lavorato sui giochi principali e su Pokémon GO, tutti i fans hardcore sono estremamente importanti, ma anche le persone che giocano a Pokémon GO e quello che voglio fare con questi giochi è evitare che le due utenze vadano in direzioni differenti, quindi spero che questi titoli le uniranno.

Pokémon-Lets-GO-03

Rimanendo in tema, so che non puoi parlare molto dell’RPG in arrivo nel 2019, ma puoi dirmi quando è venuta l’idea di sviluppare il gioco insieme a Let’s GO? Avete deciso prima per Let’s GO e poi per il gioco del 2019? È stata una decisione presa per limitare il rischio che i giocatori di lunga data non rimanessero soddisfatti?

Masuda: Non è stata una cosa per limitare i rischi. Sapevamo di voler creare un’altra serie Pokémon, per tutti i fans che hanno amato i giochi fino ad oggi. Ma il gioco di cui stiamo parlando in arrivo nel 2019 è in sviluppo da molto, in contemporanea con Let’s GO Pikachu e Eevee, in particolare perchè ci sono molte funzionalità su Nintendo Switch e vogliamo che i giocatori possano apprezzarle tutte, quindi stiamo sviluppando due giochi in contemporanea.

E in particolare per questi giochi, io personalmente vorrei davvero che molti più bambini acquistassero e giocassero con Switch, questo è l’obbiettivo per me.

Parlando di questo e guardando al futuro, credi che ci saranno due serie di giochi Pokémon, diciamo una serie Let’s Go e una principale come Sole e Luna. Rimarranno due o diventeranno nuovamente una sola?

Masuda: È una possibilità (che rimangano due), i giochi devono vendere davvero bene e ovviamente devono giocarci molte persone, ma attualmente ci stiamo concentrando sullo sviluppo per far si che molte persone ci giochino, questo è il primo obbiettivo!

Pokémon-Lets-GO-04

Hai detto prima che ci sono certe cose che non sono mai cambiate in Pokémon, ma sono cambiate in  Let’s GO. Nintendo che ha scelto di rendere Mario e Zelda più open world, con i prossimi Pokémon vuoi sperimentare questo tipo d’esperienza, con esplorazione e free-roaming?

Masuda: Con i giochi Pokémon sono certo tutti saprete che cerchiamo di renderli divertenti per le persone di tutte le età, non solo le persone più grandi e non solo i bambini. Quindi, non posso promettere nulla, ma se troveremo un modo – penso sia possibile – se troveremo una via per mantenere il gioco divertente e mantenere l’appeal di Pokémon con un gameplay più open world, è una possibilità. È difficile da dire adesso.

Con questo tipo di domande sono sempre – non vorrei dire preoccupato – ma in un certo senso mi domando se non rischiamo di andare troppo oltre, al punto che il titolo non sarà più abbordabile? Io ero un fan dei top-down shooters, giochi tipo R-Type e col passare del tempo essi sono diventati sempre più difficili, hanno preso direzioni più complicate e siamo arrivati al punto che le persone non li trovano più abbordabili come sono sempre stati. Quindi voglio essere sicuro che, con Pokémon, non finiamo per fare lo stesso – non voglio dire errore, ma non seguire quella direzione.

Hai detto che il gioco è ispirato da Pokémon Giallo del 1999? Troveremo quindi la stessa storia?

Masuda: Una cosa che posso dire è che il mondo di gioco, l’intera mappa, è molto fedele all’originale di Pokémon Giallo. E anche che la storia più o meno si rifà a quella di Pokémon Giallo. Una delle ragioni principali di questa scelta, con il gioco originale rilasciato 20 anni fa, è perchè ho immaginato che magari alcuni genitori che giocarono a Pokémon Giallo quando erano bambini, adesso avranno dei figli loro e potrebbero quindi ricordarsi dell’avventura e magari dare dei consigli ai loro bambini che giocano.

Magari altre cose divertenti, per esempio il primo capopalestra, Brock. Molti bambini che sono cresciuti con la serie animata e non l’originale di Rosso e Blu possono non sapere neanche che lui era un capopalestra, quindi potrebbe essere una scoperta divertente.

Pokémon-Lets-GO-05

Sappiamo che la Poké Ball Plus vibra e fa dei suoni, puoi dare altri dettagli?

Masuda: Posso solo dire che accadranno alcune cose divertenti se metterete un Pokémon all’interno della Poké Ball e camminerete in giro. Senza entrare nei dettagli, ma se metterete il vostro Pokémon amico – ad esempio Pikachu – all’interno della sfera, penso che ci saranno alcune cose extra che daranno l’impressione che il Pokémon sia davvero all’interno della Poké Ball. Ma non posso dare dettagli.

Nel video si vedeva l’esempio che se la scuoterete, essa suonerà davvero come se ci fosse il Pokémon dentro, quindi cose di questo genere, ma anche altre cose che non abbiamo ancora rivelato che sono divertenti e che modificheranno il gameplay camminando in giro con essa.

E questo è tutto. Un sacco di dettagli quindi, in attesa di vedere nuovi video che ci spiegheranno ancora meglio lo stile di gioco con il quale avremo a che fare! Insomma, curiosi, no?

Commenta con Facebook

commenti

About Author

Federico Giacobino

Attivo sui siti d'informazione videoludica fin dal 2008, la passione per i Pokémon mi accompagna praticamente da sempre... e probabilmente sarà così ancora per molto!