Tutto ciò che c’è da conoscere su Pikachu!

Senza dubbio Pikachu è colui che ha reso celebre il brand Pokémon in tutto il mondo. Dalla sua prima apparizione nel 1996, il numero 25 del Pokédex è diventato un’icona mondiale, aiutando Nintendo a creare non solo nuovi videogiochi, ma un vero e proprio universo tutto da scoprire e reinventare.

Grazie al lancio di Pokémon Go, Pikachu è diventato ancora più famoso, conquistando il cuore di vecchi e nuovi fans grazie alla realizzazione di uno scenario persino più realistico rispetto a quello che si trova all’interno dei videogames per console.

Ma una domanda che tutti noi appassionati prima o poi ci poniamo è: quanto realmente conosciamo il roditore giallo dalle guance rosse?

Giovani e vecchi fans, ecco a voi una lista di 13 curiosità su Pikachu!

13. Pikachu non sarebbe dovuto essere una mascotte dei Pokémon

Quando si parla dei Pokémon con un estraneo a questo mondo (per esempio la nostra nonna ndr.), il primo nome che viene in mente è Pikachu. Questa è la conferma di quanto Pikachu sia una vera e propria celebrità mondiale, ma forse rimarrete sorpresi nel sapere che in realtà questo personaggio non sarebbe dovuto essere la star del franchise.

Originariamente, infatti, Clefairy fu scelto dai creatori per essere il volto del mondo Pokémon!

Si pensava che questi avrebbe affascinato e coinvolto maggiormente il pubblico, ma ben presto fu chiaro che invece il roditore elettrico avrebbe rivestito il ruolo di protagonista. Pikachu conquistò da subito il cuore dei più piccoli e, grazie al suo colore,  addirittura si è originata una sorta di piccola competizione con Winnie The Pooh, unico personaggio giallo a fine anni ’90 creato dalla Disney.

12. Il Pikachu di Ash fu chiamato Jean Luc nei manga

Anche se l’universo Pokémon è stato creato in Giappone, questo non significa che non abbia ricevuto influenze dal mondo occidentale. Quando il manga e l’anime si diffusero in Occidente, non ci fu alcuna traduzione del nome Pikachu. Si sarebbe potuto trasporre il nome in inglese chiamandolo Greg the Rat, ma si è preferito lasciare il nome originale… però, davvero fu così?

Quando Pikachu fece la prima apparizione, in realtà, possedeva il nome di Jean Luc Pikachu. Ash lo chiamò così solo per breve tempo poiché successivamente si comprese che donare questa influenza un po’ francese al nome del roditore non avrebbe avuto molti riscontri positivi.

Questa curiosità potrebbe rivelarsi una vera e propria chicca per i fan Pokémon!

 

11. L’introduzione del genere sessuale di Pikachu

Nonostante al principio non ci fossero distinzioni sessuali di Pikachu e degli altri mostricciattoli (ad eccezione di Nidorino e Nidorina), a partire dai videogames Pokémon Perla e Diamante fu introdotta la differenza caratteriale e fisica a seconda del genere.

Nel dettaglio, Pikachu femmina e maschio si distinguono per la morfologia della coda: la prima sembra avere l’estremità terminale a forma di cuore, mentre il secondo presenta la “classica” coda dal taglio squadrato.

Siamo molto felici che sia avvenuto questo grande cambiamento così, al momento della cattura, sappiamo subito se davanti ci troviamo un maschietto o una femminuccia di Pikachu!

10. Il Pikachu di Ash è maschio o femmina?

Nonostante la differenza ben chiara all’interno del mondo Pokémon tra maschi e femmine, i più grandi esperti di Pikachu non riescono ancora a trovare una risposta riguardo al Pikachu di Ash.. è un lui o una lei?

Si è cercato di formulare molte ipotesi, ma sembra proprio che i creatori dei Pokémon non vogliano dare una soluzione al mistero, affinché il più famoso Pikachu possa piacere ai fan di entrambi i generi. La realtà è che il Pikachu di Ash è diventato famoso molto prima che venisse introdotta la distinzione, ma ci sono dei dati molto interessanti da analizzare.

Uno a favore di Pikachu femmina ci viene fornito in un episodio di Pokémon Bianco e Nero, dove il nostro beniamino attira l’attenzione di una bella femminuccia ma che, purtroppo, non viene ricambiata.

Invece, le prove a favore dell’essere maschio sono che il più delle volte ci si riferisce a Pikachu usando “lui”.

Non si saprà mai la verità, ma Pikachu resterà sempre il nostro beniamino!

9. Se il nome Pikachu venisse tradotto in inglese

568px-Pikachuofficialdesign

Pika in giapponese significa brusio elettrico, mentre il chu è il suono che i giapponesi correlano al topo.

Se venisse tradotto letteralmente in inglese sarebbe Electricity-Crackling-Mice, mentre in italiano Topo dal brusio elettrico.

Secondo Junichi Masuda, il nome Pikachu è stato un nome a lungo studiato e discusso per poter accontentare l’audience di tutto il mondo.

Scelta più che azzeccata dato che il verso Pika! Pika chu! è entrato nel cuore di tutti, amanti e non dei Pokémon.

8. Ash ha avuto la possibilità di essere un Pikachu

Una delle grandi sorprese che Pokémon ci ha regalato nell’anime è la trasformazione momentanea di Ash in un Pikachu.

Ciò è avvenuto nell’episodio Hocus Pokémon dove il celebre allenatore, grazie ad un incantesimo, ha avuto la possibilità di vestire i panni di un simile del suo inseparabile e migliore amico Pokémon.

Ash indossava ovviamente il suo berretto e questo nuova creatura ha preso il soprannome di Ashachu.

Questo episodio resterà sempre nei ricordi di tutti noi fans e speriamo presto di vedere qualche nuova magia!

7. Esistono ben 95 differenti carte da gioco di Pikachu

La carta da gioco di Pikachu, nel tempo, ha acquistato un valore veramente importante tanto da essere considerata rara.

Pokémon starter dei collezionisti del Gioco di Carte Pokémon, Pikachu fece il proprio debutto come Pokémon con 40 PH, ma questo valore era variabile a seconda della carta su cui faceva la propria comparsa. Dal Surfing Pikachu all’esclusivo Pikachu Giapponese, il roditore giallo è arrivato a possedere il record di 95 carte dedicate interamente a lui.

La carta più rara di tutte è quella conosciuta come Illustrator Pikachu, della quale esistono solamente 6 copie in tutto il mondo. Vi chiederete quanto possa valere una così simile rarità…

Abbiamo la risposta: una di queste carte è stata recentemente venduta su eBay alla modica cifra di 100.000 dollari!

Non male, vero?

6. L’ossessione di Pikachu per il ketchup

Pikachu ha una vera e propria ossessione per.. il ketchup!

Sin dalla prima stagione dell’anime, molti fans avranno notato come questo grande amore del Pokémon sia così forte da essere oggetto di numerosi memes. Questa grande passione per il ketchup potrebbe nascere dall’attenzione che Pikachu dedica a tutti i cibi di color rosso – celebre è l’espressione deliziata che assume mentre mangia una mela rossa. Altra valida ipotesi è che la salsa potrebbe ricordare al roditore il cognome del suo migliore amico Ash, Ketchum. 

I fans sicuramente apprezzeranno che il proprio beniamino abbia gusti molto simili a loro in fatto di cibo (a chi non piace il ketchup?)

5. La scoperta della proteina dai poteri elettrici

Pikachurin è una proteina da poco scoperta nel corpo umano che ha un ruolo fondamentale nella trasmissione di impulsi elettrici dagli occhi al cervello. Portata alla luce da alcuni scienziati giapponesi, il nome è stato dato, ovviamente, per celebrare il Pokémon elettrico più famoso al mondo.

La Pikachurin non deve essere ricordata solo per il suo nome, ma per l’importanza che possiede nella distrofia muscolare.

Speriamo che il coraggio di Pikachu possa riempire di speranza tutti i malati!

4. Pikachu volto di una moneta di Niue

L’influenza di Pikachu non si ferma alla medicina, ma arriva ad essere protagonista nel mondo del denaro!

La popolazione di Niue, isola al nord-est della Nuova Zelanda e la cui area supera di poco i 200 km², è talmente appassionata di Pikachu che ha deciso di dedicargli la moneta da un dollaro.

Coniata nel 2001 assieme a quelle di Meowth, Squirtle, Bulbasaur e Charmander, la moneta rappresentava i Pokémon su una faccia e il simbolo della nazione neozelandese sull’altra.

Questa edizione speciale di monete si possono ancora trovare su eBay a circa 1300 dollari.

3. Ikue Otani: la celebre doppiatrice di Pikachu 

Ikue Otani è un personaggio noto del mondo anime grazie alle sue collaborazioni, tra le quali Naruto One Piece. Probabilmente il suo doppiaggio più importante, però, è quello di Pikachu, sul quale lavora con ottimi risultati dal 1997.

Si potrebbe pensare che dire le sole parole Pika Pika possa essere una passeggiata, ma in realtà non è così.

In un’intervista rilasciata, la doppiatrice afferma che i suoi copioni riportano vari pikachu che lasciano libera interpretazione. La sua grande professionalità, unita alla fantasia, la aiutano a donare una diversa interpretazione del suo personaggio affinché il semplice verso non si riveli banale e monotono.

Grazie Ikue Otani per continuare a fare un così grande lavoro!

2. Una città di nome Topikachu

 

A Topekea, in Kansas, nel 1998 Pikachu diventò subito un personaggio amato a tal punto che l’allora sindaco Joan Wagnon decise di rinominare la città ToPikachu per un solo giorno.

Questa città resterà per sempre nella memoria di tutti i fans dei Pokémon che potrebbero infastidirsi pensando che fu solo un modo per pubblicizzarsi. Infatti, nel 2010, fu deciso che la città avrebbe assunto per un periodo il nome di Googlecosì da promuovere la fibra ottica!

1. Come avviene la ricarica elettrica di Pikachu?

Tutti sanno che il potere di Pikachu si basa principalmente sull’elettricità che viene generata dalle tenere e rosse guance, le quali da sempre lo caratterizzano.

Sul campo di battaglia, il suo attacco Fulmine sbaraglia ogni tipo di avversario. Ma cosa accade all’elettricità all’interno di Pikachu durante il tempo libero?

Un Pikachu può ricaricare, grazie al Tuonoshockun suo simile; inoltre è ben noto che durante il sonno, l’elettricità si rigenera all’interno del Pokémon.

Non risulterà strano, quindi, vedere un Pikachu sin dal primo mattino carico per affrontare la giornata!

Commenta con Facebook

commenti

About Author

Serena Leandri

Sono una ragazza che ama il mondo dei manga, degli anime, dei Pokémon. Le avventure di Ash e Pikachu mi hanno cresciuta e mi accompagneranno sempre. I giochi dei Pokémon sono sempre nel mio Nintendo 3DS!