Il Dr. Ryuta Kawashima di Brain Age ha donato tutti gli incassi del titolo alla ricerca

Ogni tanto si sentono ancora storie di enorme generosità e quella che stiamo per raccontarvi rientra sicuramente tra queste. Di certo avrete sentito nominare almeno una volta il Dr. Ryuta Kawashima, l’iconico volto del videogame Brain Age, incredibile successo commerciale ai tempi del Nintendo DS.

Brain-Age

Il fatto di aver prestato la sua immagine al titolo, unito agli enormi incassi che Brain Age ha fatto registrare nel corso degli anni, ha fatto si che il Dr. Ryuta Kawashima avesse diritto a ricevere 11 milioni di dollari in totale grazie alle royalties. Egli, però, ha pensato che quella cifra fosse decisamente troppo per le sue tasche e ha così deciso di donarla interamente per la ricerca sul cervello, in particolare all’università Tohoku, la quale ha aiutato nello sviluppo del gioco.

Qui di seguito le sue dichiarazioni in merito al non aver accettato quella cifra:

Ci sono due ragioni: la prima è che era una cifra troppo grossa per le mie tasche. Se fossero stati 1500€, probabilmente li avrei accettati e li avrei tenuti nascosti a mia moglie! Il secondo motivo è che ho fatto i giochi come attività di ricerca all’università. Perciò, semplicemente credevo fosse giusto che le royalties spettassero all’università.

Insomma, davvero un gesto onorevole quello del Dr. Ryuta Kawashima, infatti rinunciare totalmente a una cifra del genere non è certo cosa da tutti!

Commenta con Facebook

commenti

Categories: News, News Nintendo

About Author

Federico Giacobino

Attivo sui siti d'informazione videoludica fin dal 2008, la passione per i Pokémon mi accompagna praticamente da sempre... e probabilmente sarà così ancora per molto!